Ancora di buoni propositi

Sulla scia dell’articolo precedente vorrei tornare a parlare di buoni propositi.

Io sono assolutamente favorevole ad averne, ma penso appunto che sia la motivazione che abbiamo dentro di noi a farci raggiungere i nostri obbiettivi.

Un’altra cosa in cui credo molto però è PICCOLI PASSI, GRANDI DISTANZE.

E’ bello e giusto avere dei traguardi da voler raggiungere, più o meno grandi, ma credo sia più importante pensare a quello che possiamo fare oggi, giorno per giorno per realizzare i nostri desideri.

Se per esempio penso che entro Agosto 2021 voglio perdere 20 chili, nemmeno mi ci metto a ragionare su come potrei fare, nella mia testa si innesca un meccanismo per cui penso che ho a disposizione un anno intero per raggiungere questo obbiettivo, così nel frattempo mi concedo diverse cene fuori con le amiche, in palestra sì, ci vado, ma saltuariamente e così mi ritrovo a dicembre senza aver perso nemmeno un etto.

Ha senso? Non credo…almeno per me non ha mai funzionato.

Ultimamente e per tante circostanze diverse mi sono sentita dire questa frase, “piccoli passi, grandi distanze” e penso che possa essere la soluzione giusta per me.

Come ho scritto sopra, è bello avere obbiettivi più o meno grandi, anche io ne ho, ma per raggiungerli penso a quello che posso fare quotidianamente.

So qual è il macro obbiettivo, ma per raggiungerlo ogni giorno devo fare qualcosa, ogni giorno devo attivare un piccolo cambiamento nel mio modo di fare, di pensare.

Se per esempio l’obbiettivo è perdere peso, non possiamo pensare che 2 mesi di palestra e il digiuno totale possano essere la soluzione. In questo caso è essenziale affidarsi a degli esperti (nutrizionista e personal trainer) che ci diranno cosa fare per 365 giorni, nessuno ci darà consigli miracolosi last minute! Ogni giorno è importante, non lo sprint finale, che di solito non serve a nulla, la fatica deve essere quotidiana e costante perché penso che alla fine la soddisfazione sarà più grande!

Meal prep

Dieta.

Risparmio economico.

Zero pensieri.

Organizzazione.

Questi sono alcuni dei risultati che mi ha regalato il meal prep questa settimana.

Adoro cucinare, ho avuto delle nonne (ma anche alcune zie) che credo mi abbiano involontariamente trasmesso la passione per i fornelli. Non preparo piatti particolarmente elaborati per tutti i giorni, soprattutto perché sono sola, ma anche la preparazione di un semplice piatto di pasta al sugo lo faccio con amore, d’altra parte sento molto mia quella frase che recita “si cucina sempre pensando a qualcuno, altrimenti stai solo preparando da mangiare” , anche se poi quel qualcuno sono io.

Lo scorso fine settimana mi sono lasciata ispirare da un video di Carlotta del canale youtube Cucina Botanica che credo non abbia bisogno di presentazioni, riproponendo quasi tutti i piatti preparati da lei. C’è voluto in tutto circa un’ora e mezza di lavoro, ma alla fine avevo pronte delle verdure, del riso e quinoa, delle polpette di melanzane, hummus  e del pesto che ho mangiato per tutta la settimana, con l’unico pensiero di assemblare i piatti.

Questo mi ha permesso di seguire per tutta la settimana un’alimentazione varia ed equilibrata, basandomi sulla dieta che mi è stata prescritta e con l’unico pensiero di scongelare della carne o del pesce da accompagnare a quello che era già pronto. Si sa che la dieta è uno dei crucci fondamentali della maggior parte di noi, quindi ho provato ad unire il famoso utile (seguire la dieta) al dilettevole (l’amore per la cucina) ed il risultato è stato ottimo.

L’altro aspetto positivo è stato aver fatto la spesa per i soli alimenti che avevo messo in lista, quindi senza entrare in un supermercato, magari relativamente grande, e vagare per i corridoi senza meta comprando qualsiasi cosa avessi voglia di mangiare perchè era la gola a guidarmi, senza badare né ai costi, né alla dieta stessa.

Infine dopo aver cucinato tutto, ho preparato una sorta di menù settimanale, così da avere un ulteriore pensiero in meno; ho alternato tutto quello che avevo preparato su 5 giorni (chiaramente le preparazioni, benchè conservate in frigo in contenitori ermetici, devono essere consumate in tempi relativamente brevi) spalmando il tutto tra pranzi fuori casa e che consumo in ufficio, e cene.

Mi sono trovata molto bene, ho anche scaricato un’applicazione sulla quale scrivo esclusivamente la lista della spesa per agevolarmi quando vado al supermercato.

Sicuramente è qualcosa che rifarò e spero anche di mantenere costante nel tempo.

Consiglio a tutti il meal prep, tempo libero sicuramente guadagnato!

Vi lascio qui sotto il link al video di Carlotta dove tutto risulta sicuramente più appetitoso!

video di Carlotta di Cucina Botanica

Tutto quello che ho rimandato a Settembre mi sta fissando!

A settembre mi iscrivo in palestra e ci vado almeno 5 volte alla settimana.

A settembre comincio la dieta, mi faccio seguire da un bravo nutrizionista, mangio sano e perdo 20 chili.

A settembre mi iscrivo a quel corso di cucito che voglio fare da sempre e imparo a usare la macchina da cucire.

A settembre faccio

A settembre mi iscrivo

A settembre comincio.

Oggi è il 01 Settembre, in quanti abbiamo detto queste frasi? Personalmente? Ogni benedetto settembre di ogni anno.

Settembre è come Gennaio, spesso viene considerato un nuovo inizio, come se le vacanze appena finite mettessero un punto ad un periodo precedente e tante nuove possibilità sembrano essere lì davanti a noi, pronte ad attenderci.

E’ come se in questo povero mese dell’anno riponessimo così tanta fiducia e tutte le nostre aspettative da sovraccaricarlo di una responsabilità che non credo sia corretto riservargli.

E così quella lista di buoni propositi che abbiamo stilato magari proprio durante le ferie estive (e che anche io compilo, sia ben inteso) si esaurisce dopo poche settimane, così anzichè 5 volte alla settimana, in palestra ci andiamo solo per 3 volte, quel corso di cucito lo fanno in un paese troppo lontano dal nostro e la dieta la cominciamo a data da destinarsi perchè nel week end vado a mangiare giapponese con la mia amica, tra dieci giorni è il compleanno di papà e la nutrizionista brava, quella che mi capisce non l’ho ancora trovata…

Tutte scuse…quanti di voi si riconoscono in queste mie parole?

Tanti immagino se ho la fortuna che questo articolo venga letto, ma la verità sapete qual è? Molto semplice e banale? Che non esiste il momento perfetto, esiste la MOTIVAZIONE GIUSTA.

Ogni mese, ogni giorno, ogni secondo che viviamo è quello giusto se abbiamo dentro di noi la giusta motivazione che ci spinge a fare qualcosa, quel “mal di pancia” costante che non ci fa fermare, che ci fa tenere alta l’asticella e non ci fa mollare.

Che sia il 01 Settembre oppure le ore 11.42 di un giorno qualunque.

Se la motivazione che abbiamo dentro è forte non sarà importante quando iniziare.

Basterà iniziare.